Reishi: il fungo di lunga vita (Centro Natura)

Denominazione botanica: Ganoderma lucidum

Habitat: zone umide e calde soprattutto nel Sud-Est asiatico

DESCRIZIONE BOTANICA

Si tratta di un fungo che cresce dalla primavera all’autunno principalmente su legno di quercia o castagno. Le zone umide e calde sono il suo habitat ideale ed il suo impiego in Cina risale ad oltre 4000 anni faIn Cina e Giappone è infatti ampiamente coltivato sin dall’antichità. Il cappello(sporoforo) può raggiungere un diametro di 15 cm ed è reniforme o a ventaglio, con la sperficie superiore molto lucida (da qui la specie “lucidum”), di colore bruno rossastro (giallastro al bordo), ed è munito di gambo obliquo o verticale dello stesso colore del cappello. Per l’elevata lignificazione del fungo, il sapore e l’odore è legnoso e tannico (astringente).

COMPOSIZIONE:

- Polisaccaridi (30%): beta-glucani in particolare;

- Triterpeni: acidi ganoderici;

- Minerali: germanio organico ed altri minerali,

- Altri componenti: cumarina, acidiorganici, mannitolo, alcaloidi, proteine ed aminoacidi

PROPRIETA’

Effetti sul sistema immunitario ed effetto adattogeno: l’azione sul sistema immunitario è dovuta ai polisaccaridi (betaglucani), in grado di rinforzare ed in particolare di riequilibrare il sistema immunitario, questa azione è potenziata dall’effetto adattogeno tipico del Reishi, che garantisce una pronta reazione dell’organismo ai cambiamenti esterni, evitando i danni prodotti dallo stress. I betaglucani sono in grado infatti di migliorare l’utilizzo dell’ossigen da parte delle cellule. Grazie alla capacità degli acidi ganoderici d inibire la liberazione di istamina, tale fungo agisce positivamente anche in caso di allergie.

Effetti antiossidanti: per il loro potente effetto antiossidante i polisaccaridi sono anche in grado di contrastare la degenerazione e l’invecchiamento cellulare, gli acidi ganoderici sono invece risultati possedere un’attività citotossica specifica.

Effetti su carboidrati e lipidi: gli acidi ganoderici contenuti risultano utili per ridurre i livelli di colesterolo, acidi grassi e gluosio nel sangue.

Effetti sul sistema cardiovascolare: grazie alla presenza di adenosina e di acidi ganoderici, Reishi aiuta a diminuire la tendenza all’aggregazione piastrinica, migliorando la circolazione sanguigna, favorisce inoltre un miglior utilizzo dell’ossigeno circolante da parte del muscolo cardiaco. La presenza di germanio organico garantisce l’eliminazione delle tossine del sangue.

Effetti sui microorganismi: il reishi è risultato possedere una attività antibatterica nei confronti dei seguenti  microorganismi: Aspergillus niger, Bacillus cereus, Candida albicans, Escherichia coli nonchè nei confronti di alcuni ceppi virali quali Herper simplex 1, H. simplex 2 e virus dell’influenza. L’azione su tali virus è potenziata dall’effetto adattogeno e antistress tipico del Ganoderma lucidum.

Effetti sul sistema nervoso: il Reishi svolge anche un’azione calmante ed è in grado di migliorare la qualità del sonno, senza tuttavia essere un ipnotico.

EFFETTI FISIOLOGICI:

naturali difese dell’organismo.

IMPIEGO:

squilibri del sistema immunitario, disturbi legati ad invecchiamento precoce, adattogeno-antistress.

ISTRUZIONE PER L’USO:

generalmente 400 mg di Estratto Secco al 30% di polisaccaridi 2-3 volte al giorno, ai pasti con abbondante acqua.

STUDI TOSSICOLOGICI:

le ricerche tossiclogiche confermano che Reishi NON PRESENTA ALCUNA TOSSICITA’ alle dosi raccomandate.

Compra online le capsule di Reishi cliccando qui!

Questa voce è stata pubblicata in News, Piante e contrassegnata con , , , .